Sportivamente
Allenamento Training autogeno

Il training autogeno e il tennis

Il Training Autogeno è un ausilio molto utile nello sport perché aiuta a contrastare l’ansia da prestazione e il pre-agonismo.

Mi è capitato spesso di seguire sportivi in un periodo di particolare stress legato a gare importanti e la possibilità di unire al T.A. una breve “seduta”, è sempre risultato utile per favorire la consapevolezza dell’atleta rispetto a paure e potenzialità.

Mi è capitato spesso di notare che chi pratica sport, soprattutto ad alti livelli, è molto tenace, forte, combattivo, tollerante, ma spesso poco attento e svalutante rispetto alla possibilità di un miglioramento a livello mentale. Ciò che conta, è soprattutto il risultato fisico, che chi è abituato a muoversi e faticare cn i muscoli, vorrebbe ottenere subito e senza “perdere tempo”.

Per questo motivo ho notato e sperimentato che proporre l’uso del T.A. può essere di grande aiuto perché prevede un impegno quotidiano di pochi minuti. Da una seduta all’altra, in genere settimanale, si imparano nuovi esercizi di rilassamento, sempre più profondi, che possono tornare utili prima di una partita o nei cambi di campo. Con l’allenamento, il training appunto, il rilassamento si può ottenere anche in pochi minuti dedicando invece più tempo nei momenti di recupero fisico o dopo partite importanti.

Lo scopo principale del T.A. è infatti quello di diminuire stress e ansia, favorendo il recupero di energie.

 

Perché usare il T.A. proprio nel tennis?

Perché il T.A. permette di recuperare energie e quindi di usare al meglio le proprie risorse, di migliorare la concentrazione e quindi permettere alte prestazioni.

Esponendo queste caratteristiche di preparazione mentale, non si può non pensare al tennis, in quanto sport intenso, sia dal punto di vista fisico che psichico.

 

Perché è importante avere la giusta preparazione mentale?

Perché la chiave della buona performance di un tennista è nella sua mente, ma è proprio nella mente che spesso si crea la disfatta, dedicando più tempo a pensare a quanto male finirà la partita anziché concentrarsi a giocare……

Ciò che conta è colpire la palla, non la propria autostima…

 

Se ti è piaciuto, metti il like!

Elena

Ti Potrebbe Interessare Anche..