Sportivamente
Autodeterminazione Autoefficacia Benessere cibo DRT fame mindful eat mindfullnes pasto Salute

Mangiare consapevole: impara in 5 passi con la Mindful Eat!

Mangiare consapevole: impara in 5 passi con la Mindful Eat!

La mattina si mangia, il pomeriggio si mangia, ogni tanto si beve qualcosa e tra un pasto e l’altro, a volte si fanno degli spuntini.
Qualunque sia la tua routine, se sei vivo è solo perché in qualche modo mangi!
Cosa cambierebbe se fossimo abituati a fare del nostro pasto un’esperienza nutriente, efficace, piena di gioia, intensa e consapevole?
Buona parte di noi ha mangiato qualcosa nelle ultime ore, ma la maggior parte di noi non sa ricordare tutto quello che ha mangiato e soprattutto non sa ricordare la sensazione che ha provato mentre mangiava.
Uno studio americano dimostra che in media l’uomo occidentale trascorre circa 2 ore al giorno per mangiare, ma per la maggior parte del tempo fa anche altro: lavora, guida, telefona, guarda la tv, chatta, perdendo la consapevolezza di quanto e cosa sta mangiando.
Questo fa sì che spesso si mangi senza aver realmente fame, senza sapere cosa stiamo mangiando e soprattutto quanto stiamo mangiando!
Mangiare attraverso un “consumo mentale” del cibo significa essere pienamente attenti a ciò che ingeriamo: da quando si acquista a quando si prepara, serve e consuma.
Prestare attenzione al tempo del pasto aiuta a trasformare un’attività routinaria in un esercizio sano che può anche incoraggiare abitudini alimentari sane.
Thic Nhat Hanh, un leader spirituale buddista, suggerisce alcune pratiche che possono aiutare a mangiare consapevolmente:
1. Inizia dalla spesa: fai una lista di quello che devi comprare per evitare l’acquisto impulsivo, vai solo nelle corsie che sai possono esserti utili!
2. Non saltare i pasti! Arrivare a tavola troppo affamati porta a ingurgitare qualsiasi cosa! La troppa fame ti impedisce di gustare ciò che hai nel piatto!
3. Fai delle piccole porzioni, anche più di una se vorrai, ma osserva ciò che hai nel piatto prima di iniziare.
4. Non gustare solo con la bocca, porta al cibo tutti i tuoi sensi: da quando cuoci a quando servi e mangi, presta attenzione al colore, alla consistenza, all’aroma.
5. Fai dei piccoli morsi: assaggiare e sentire il cibo è più facile quando la bocca non è piena!

Per iniziare, impara ad ascoltare il tuo corpo, è la tua guida migliore e proprio ora ti sta mandando dei segnali!
Elena

 

 

 

 

Ti Potrebbe Interessare Anche..